Vai al menu principale- Vai ai contenuti della pagina[0] Home[H]

Camera di Commercio di Avellino
AREA RISERVATA

Homepage
  
facebook Camera twitter Camera Invia ad un amico Stampa questa pagina

PROGETTO SPOCS SIMPLE PROCEDURES ONLINE FOR CROSS-BORDER SERVICES

La Camera di Commercio di Avellino ha aderito nel novembre 2010 a SPOCS  - unica camera italiana entrata a far parte degli attori europei per svolgere le attivit di “Pilota” italiano al progetto transnazionale.

 

SPOCS (acronimo di Simple Procedures online for Cross-Border Services) , difatti, un progetto lanciato dall'Unione Europea nel 2009 (scheda tecnica del progetto) e coordinato dalla societ olandese CAPGEMINI.

 

Destinatarie dell'iniziativa sono le imprese interessate ad espandere la propria attivit in altri paesi europei che  si scontrano con la difficolt di rispettare tutte le regole previste. Infatti, la richiesta di licenze, di permessi o il  completamento di procedure amministrative in un altro paese prevedono spesso passaggi estremamente onerosi e complicati.

 

SPOCS mira a snellire e semplificare le procedure burocratiche da seguire offrendo soluzioni informatiche continue. In accordo con quanto previsto dalla Direttiva Servizi UE del 2006, infatti,  tutte le procedure e le tappe necessarie per avviare un business e fornire servizi in un altro paese dell'UE devono avvenire completamente online attraverso gli Sportelli Unici (o in inglese Points of Single Contact - PSC) che operano come esclusivi canali di intermediazione  tra l'utenza interessata e gli uffici amministrativi delle singole nazioni. SPOCS compie un ulteriore passo in avanti attraverso la razionalizzazione delle procedure e l'offerta di una tecnologia transnazionale continua con  soluzioni basate su sistemi nazionali gi in vigore che dovrebbero condurre all'attivazione, sul territorio comunitario,  dei cosiddetti “Sportelli unici di nuova generazione”.  

 

I fornitori di servizi e le aziende interessate ad un'attivit transnazionale dovranno essere in grado di assolvere tutti gli obblighi e compiere il necessario iter  amministrativo in maniera diretta, pi rapida e  pi semplice. I Paesi coinvolti nel progetto potranno utilizzare le componenti specifiche gi elaborate in altri progetti come  Syndication, eDocuments, eDelivery, eSafe ed eService nel contesto di produzione nazionale dei PSC negli Stati Membri.

Nel luglio del 2011 partita la fase “operativa” del progetto che coinvolge cinque paesi “pilota” Italia, Germania, Polonia, Grecia e Austria.

 

La sperimentazione sar effettuata, in prima battuta, sulle professioni di Agente immobiliare, Costruttore edile e Agente di viaggio.  

 

Per esempio, un agente immobiliare italiano desidera espandere il suo business a Brema (Germania); attualmente le informazioni fornite dal PSC di Brema non specificano i documenti necessari provenienti dall'Italia. Riuscir ad ottenere queste informazioni dal suo ufficio?

 

Questa transazione sar sicura?

 

SPOCS dar la possibilit di assolvere  le procedure amministrative on-line tramite lo Sportello unico (Punto Singolo di Contatto - PSC).

Il progetto, di durata triennale, vedr poi l'ingresso di altri Stati tra cui Lituania, Portogallo e Slovenia e comprender anche le professioni di architetto, animatore turistico, ristorazione e catering.

 

Per l'Italia inizialmente sono entrate nel progetto Infocamere ed Infocert e, successivamente, La CCIAA di Avellino insieme ad Intertrade, azienda speciale della Camera di Commercio di Salerno.

 

Il vero obiettivo di SPOCS quello di monitorare e favorire l'attuazione della Direttiva Servizi, la 2006/123/EC da parte di ciascuno degli Stati Membri. Le soluzioni sviluppate nell'ambito del progetto sono fondate su sistemi nazionali gi esistenti e su esperienze simili gi effettuate nel contesto comunitario (STORK, PEPPOL).

Lo scopo finale l' INTEROPERABILITA' tra gli Stati Membri  sul piano tecnologico e, se possibile, anche su quello documentale in modo da superare tutti gli ostacoli  che, inevitabilmente,  si  incontrano  nello svolgimento di attivit transfrontaliere e permettere cos a cittadini ed imprese di trarre il massimo vantaggio dal mercato unico. Il progetto SPOCS fornir soluzioni semplici e “pronte all'uso” elaborate su componenti specifiche comuni, moduli “open” e procedure amministrative basate su standard aperti in modo da garantirne l'esportabilit e l'effettiva riutilizzabilit in ogni paese coinvolto.

 

CHI PUO' PARTECIPARE AL PROGETTO

  • Imprenditori interessati a fornire servizi all’estero;
  • Imprenditori che vogliono avviare un business all’estero;
  • Soggetti che vogliano aprire una filiale all’estero;
  • Fornitori di servizi ed intermediari che desiderano fornire servizi temporanei in un altro paese come Agenti immobiliari, Costruttori Edili o Agenti di Viaggio;
  • Fornitori di servizi ed intermediari da uno dei paesi partecipanti intenzionati ad avviare un’agenzia immobiliare, un'attivita di costruzione edile o un'agenzia di viaggio  in un altro paese, su basi permanenti;
  • Utenti di internet che necessitano di informazioni su come avviare un business come Agenti Immobiliari, Agenti di viaggio o Costruttori Edili  in un altro paese.

COME SI PU PARTECIPARE AL PROGETTO

  • Accedere al portale del PSC di ciascun paese: Austria, Germania, Grecia, Italia, Polonia;
  • Usare la funzione di ricerca e scoprire le procedure da seguire;
  • Seguire  il procedimento passo dopo passo.

QUALI VANTAGGI OFFRE LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTO

Il servizio disponibile online :

  • Chiaro ed esaustivo nell’accesso alle informazioni;
  • Offre liste di documenti sostitutivi;
  • Garantisce procedure online sicure;
  • semplice e moderno;
  • Offre la convalida dei certificati digitali e  degli account di posta elettronica registrati dal paese di origine;
  • Offre formati standard per lo scambio della documentazione.

INFORMAZIONI

AREA III "Servizi anagrafici e di Regolazione del mercato"

Responsabile Dott.ssa Gemma Iermano

tel: 39.0825.694288 - fax: 39. 0825.694220 - email: gemma.iermano@av.camcom.it

PEC: gemma.iermano@av.legalmail.camcom.it

email Registro Imprese: registro.imprese@av.camcom.it